Salta al contenuto

Autore: redazione

Caterina Chinnici a Catania col vicesegretario nazionale Pd, Lorenzo Guerini. “Porterò a Bruxelles la voce della gente”.

“In questi primi giorni di campagna elettorale in giro per la Sicilia ho incontrato tanti giovani: chiedono tutti speranza per il futuro, così come i loro genitori. Ho ascoltato operatori economici che chiedono sostegno allo sviluppo e alla competitività. E ho visto campagne che offrono paesaggi meravigliosi e prodotti di eccellenza ma sono marginalizzate da una viabilità lacunosa. L’Europa deve essere lo spazio geografico, politico e commerciale in cui trovare le risposte alla necessità urgente di una crescita che porti lavoro, nuove infrastrutture, tutele per il nostro settore agroalimentare e l’economia del mare, strategie di medio e lungo periodo per rilanciare il turismo in Sicilia. Continuerò  ad ascoltare per portare in Europa la voce della nostra gente”.

Caterina Chinnici oggi ad Aci Castello: “La Sicilia è la patria della cultura antimafia”.

“La legislazione italiana per il contrasto alla criminalità organizzata, al di là degli orientamenti sulle scelte tecniche e degli aggiornamenti sempre necessari, è un modello da esportare in Europa. E in questa direzione noi possiamo dare un contributo determinante: la Sicilia non è solo la terra delle vittime di mafia, è soprattutto la terra che reagisce alla mafia, la patria della cultura e della coscienza antimafia”.

Il 12 maggio conferenza stampa a Catania col vicesegretario Lorenzo Guerini e incontro con i cittadini a Siracusa

Il 12 maggio alle 15.30 a Catania presso l’hotel Principe, in via Alessi 24, Caterina Chinnici, capolista per il Partito democratico nel collegio Sicilia-Sardegna alle prossime elezioni europee, parteciperà alla conferenza stampa indetta dal Pd etneo in occasione della visita del vicesegretario nazionale, Lorenzo Guerini.

Premio Rocco Chinnici a Piazza Armerina. Il ricordo del giudice che dedicò ai giovani il suo impegno contro la mafia.

“Che emozione l’evento finale del premio Rocco Chinnici. Grazie agli organizzatori, alle autorità presenti e anche al professore Roccaverde, che ideò l’iniziativa per tramandare attraverso gli studenti il valore della legalità”.